La Storia

Il Coro Polifonico S.Cecilia di Inzago, fondato nel 1907 dal Parroco Don Mosè Villa col nome Schola cantorum, nacque con lo scopo di accompagnare ed esaltare le varie solennità liturgiche della parrocchia. Uno dei primi direttori fu il Maestro Giovanni Battista Magni, inzaghese, che ne rimase alla guida per ben 45 anni. Fu nel corso degli anno settanta, con l’arrivo del Maestro Gerardo Bizzarro proveniente dal Conservatorio di Milano, che il coro ampliò il proprio repertorio agli autori più rappresentativi della polifonia rinascimentale. Da qui l’attuale nome del coro, che accanto al primario servizio liturgico ha tenuto e tiene concerti sia in formazione polifonica che con accompagnamento orchestrale. Con l’attuale direttore Federica Mapelli il coro si è cimentato nello studio di alcune delle composizioni più rappresentative del periodo barocco e classico e vanta la collaborazione con la Cappella Palatina di Cremona con la quale ha partecipato alle manifestazioni culturali organizzate per il Giubileo 2000 con l’esecuzione dell’oratorio "David pugna et victoria" di A.Scarlatti. Spesso collabora con l’orchestra da camera “Guido d’Arezzo” di Melzo con la quale ha ultimamente eseguito il Kyrie e il Gloria della messa in Si minore di J.S.Bach, la Messa dell’Incoronazione e il Requiem di Mozart; nel Novembre del 2005 ha collaborato con l’Orchestra dell’Insubria di Lugano, diretta dal M.ro Marc Andreae, eseguendo la parte corale della Nona sinfonia di Beethoven. Per il 250° anniversario della nascita di W.A.Mozart ha eseguito nell’ottobre 2006 la Messa da Requiem, ultima opera incompiuta del grande compositore salisburghese.